Piani e politiche

 

 

Dichiarazione per il

riconoscimento delle cure palliative e del controllo del dolore

come Diritti dell’Uomo:

si raccolgano ancora le firme

 

  

L’International Association for Hospice and Palliative Care (IAHPC) e la Worldwide Palliative Care Alliance (WPCA), insieme ad altre organizzazioni, hanno sottoscritto un documento per il riconoscimento delle cure palliative ed il controllo del dolore come Diritti dell’uomo. Il Joint Declaration and Statement of Commitment calling for the recognition of Palliative Care and Pain Treatment as Human Rights, è stato il primo stilato e firmato da rappresentanti di diverse organizzazioni internazionali e regionali che lavorano nel campo delle cure palliative, hospice, il dolore e il cancro attraverso i vari continenti.

Un documento dell’International Narcotic Control Board (INCB) rivela che solo una minoranza parte minoritaria del più di un milione di persone che muoiono ogni settimana ricevono il sollievo delle cure palliative. I paesi in via di sviluppo, che rappresentano l’80% della popolazione mondiale, incidono solo per circa il 6% sul consumo globale della morfina, con il risultato che si crea una vasta area di sofferenza non necessaria.

L’accesso alle cure palliative e al controllo del dolore richiede che i governi adottino ed implementino una strategia nazionale per la salute pubblica che preveda, oltre a trattamenti appropriati, servizi e farmaci necessari per il sollievo della sofferenza, anche la formazione degli operatori sanitari nei sui principi delle cure palliative. Le cure palliative, infatti, sono una delle componenti che contribuiscono al pieno esercizio del diritto alla salute.

Le sette finalità della Dichiarazione sono le seguenti:

 
1. Identificare, sviluppare ed implementare strategie per il riconoscimento delle cure palliative e del controllo del dolore come diritti fondamentali dell’uomo.

2. Lavorare con i governi e i responsabili della politica perché siano adottati i cambiamenti legislativi necessari per assicurare la cura appropriata di pazienti con malattie che accorciano la vita.

3. Lavorare con i responsabili della politica e i legislatori per identificare e eliminare le barriere normative e legali che interferiscono con l’uso razionale dei farmaci controllati.

4. Sostenere una maggiore disponibilità miglioramenti nella disponibilità ed un più facile l’accesso agli analgesici oppioidi (anti-dolorifici) ed altri medicamenti richiesti per il controllo effettivo del dolore e di altri sintomi comunemente incontrati nelle cure palliative, comprese le formulazioni specifiche e medicazioni appropriate per i bambini.

5. Assicurare che le risorse adeguate siano disponibili per supportare l’implementazione delle cure palliative e dei servizi di controllo del dolore e la loro disponibilità là dove i loro fornitori dove occorrono.

6. Sostenere le istituzioni accademiche, le cliniche universitarie e le università nell’adottare le pratiche necessarie e i cambiamenti che occorrono per assicurare che cattedre di cure palliative e dolore, le risorse, il personale, le infrastrutture, le commissioni e sistemi di revisione siano creati ed appoggiati.

7. Incoraggiare e coinvolgere altre organizzazioni internazionali e nazionali per le cure palliative e il controllo del dolore, altre organizzazioni correlati, associazioni, federazioni e persone interessate a prendersi carico di questa campagna globale per il riconoscimento delle cure palliative e del controllo del dolore come diritti dell’uomo.

La Dichiarazione sarà utilizzata per promuovere e sostenere gli hospice e le cure palliative al momento della Giornata mondiale delle cure palliative ed non solo. Potrà essere usata da organizzazioni civili/organizzazioni non-governative (ONG) e organizzazioni o associazioni professionali nell’affrontare a diversi livelli le organizzazioni ed i governi a favore dello sviluppo delle cure palliative e il controllo del dolore in tutto il mondo.

Per ulteriore informazione e PER FIRMARE :

http://www.hospicecare.com/resources/pain_pallcare_hr/

MENU