Piani e politiche

 

 

Elenco di pratiche essenziali per le cure palliative sviluppato dallo IAHPC

 

  

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Salute) raccomanda che le cure palliative siano integrate nelle politiche e nei programmi per la salute, eppure la vasta maggioranza della popolazione mondiale non ha accesso alle cure palliative. Diversi studi suggeriscono che la maggioranza delle persone con malattia in stadio avanzato desidera essere curati a casa o vicino a casa, ma la maggior parte muore in qualche struttura o, se a casa, senza una cura appropriata. Occorre quindi identificare le priorità nella provvisione delle cure palliative primarie in modo da poter soddisfare i bisogni più pressanti dei pazienti in fase avanzata di malattia e quelli dei loro famigliari.

In un progetto che ha incluso la partecipazione d’individui e rappresentanti delle organizzazioni per il dolore e per le cure palliative, l’International Association for Hospice and Palliative Care (IAHPC) ha sviluppato un elenco delle pratiche essenziali per un’implementazione ottimale delle cure palliative. L’obiettivo del progetto era l’identificazione delle pratiche essenziali nelle cure palliative che possono essere messe in atto da medici e infermieri a livello delle cure primarie e in tutte le situazioni socioeconomiche. L’elenco di pratiche essenziali nelle cure palliative per questi operatori comprende le pratiche necessarie per affrontare i prevalenti bisogni fisici, sociali, psicologici e spirituali dei pazienti e delle loro famiglie.

Per meglio inquadrare il concetto di “essenziale” e identificare le componenti essenziali per le cure palliative, lo IAHPC ha suddiviso il lavoro in progetti diversi. L’elenco comprende, infatti, 23 pratiche con differenti livelli d’intervento nei seguenti ambiti di cura: Bisogni relativi alle cure fisiche; Bisogni Psicologici/ Emozionali / Spirituali; Questioni relative alla Pianificazione della cura e al coordinamento; Questioni relative alla comunicazione. 

L’elenco di pratiche essenziali nelle cure palliative può aiutare a definire le cure palliative primarie appropriate e migliorare, a livello globale, la qualità delle cure. I progetti futuri dello IAHPC valuteranno la loro implementazione e l’impatto sulla qualità di vita dei pazienti e delle loro famiglie.

Derek Doyle, fondatore dello IAHPC e membro del gruppo di lavoro, ha affermato: “Le pratiche essenziali saranno una guida per far avanzare le cure palliative nel settore delle cure primarie dove, a livello mondiale, la maggior parte dei pazienti accede alle cure. L’implementazione di queste pratiche permetterà di monitorare la provvisione e la pratica delle cure palliative, di promuovere l’integrazione dei principi delle cure palliative in ogni gruppo specifico di malattia e migliorare il costo-beneficio nella fornitura delle cure sanitarie”.

L’elenco è disponibile per il download (in dieci lingue, italiano compreso) sul sito dello IAHPC:

www.hospicecare.com/resources/epractice.htm

MENU