Piani e politiche

 

 

“The Point of Care”: un programma del King’s Fund

per trasformare l’esperienza del paziente in ospedale

 

  

“Point of Care”, un programma creato dal King’s Fund, mira a trasformare l’esperienza del paziente per quanto riguarda la sua presa in cura in ospedale. La finalità del programma è di permettere al personale ospedaliero di offrire la qualità di cura che vorrebbero per se stessi e per i propri familiari. Si lavora con i pazienti e le loro famiglie, il personale e la direzione degli ospedali per ricercare, provare e condividere nuovi approcci che possono migliorare l’esperienza dei pazienti.

Il programma prende avvio mettendo a fuoco l’ospedale in quanto tale e l’esperienza del personale. Tutti, ai vari livelli, dall’amministratore all’infermiere, dal medico all’operatore sanitario, possono influenzare l’esperienza di cura del paziente. Ogni azione – la gestione del letto, la comunicazione tra gli operatori, il numero del personale, l’investimento finanziario – tutto ha un impatto sui pazienti e le famiglie che usufruiscono dei servizi ospedalieri.

La cura centrata sul paziente 

Il programma “Point of Care” ha scelto di usare la definizione di cura centrata sul paziente sviluppata dall’Institute of Medicine americano. La definizione si articola in sei dimensioni:

o      Compassione, empatia e la capacità di rispondere ai bisogni, valori e preferenze espresse; 

o     Co-ordinamento e integrazione;

o     Informazione, comunicazione e formazione;

o      Comfort fisico;

o      Sostegno emotivo, sollievo della paura e dell’ansia; 

o      Coinvolgimento della famiglia e degli amici. 

In dicembre 2008 il programma ha pubblicato la sua prima relazione, Seeing the Person in the Patient: The Point of Care review paper, che: 

o     esplora le discussioni e dilemmi attuali per quanto riguarda l’esperienza del paziente negli ospedali per acuzie in Inghilterra; 

o     esamina il linguaggio, i termini e concetti impiegati nella ricerca, nelle politiche e nella realtà quotidiana dell’ospedale per parlare dell’esperienza del paziente;

o     analizza alcuni dei fattori che influiscono sull’esperienza del paziente e mostra l’importanza dell’intero sistema di cura in ospedale, che a sua volta è influenzato dal contesto più ampio;

o     segnala tre iniziative importanti, nel Regno Unito e all’estero, che hanno il  potenziale di essere utilizzati su scala più ampia per migliorare l’esperienza dei pazienti ospedalizzati.

 

www.kingsfund.org.uk

MENU

“The Point of Care”

Piani e politiche

 

 

“The Point of Care”: un programma del King’s Fund

per trasformare l’esperienza del paziente in ospedale

 

  

“Point of Care”, un programma creato dal King’s Fund, mira a trasformare l’esperienza del paziente per quanto riguarda la sua presa in cura in ospedale. La finalità del programma è di permettere al personale ospedaliero di offrire la qualità di cura che vorrebbero per se stessi e per i propri familiari. Si lavora con i pazienti e le loro famiglie, il personale e la direzione degli ospedali per ricercare, provare e condividere nuovi approcci che possono migliorare l’esperienza dei pazienti.

Il programma prende avvio mettendo a fuoco l’ospedale in quanto tale e l’esperienza del personale. Tutti, ai vari livelli, dall’amministratore all’infermiere, dal medico all’operatore sanitario, possono influenzare l’esperienza di cura del paziente. Ogni azione – la gestione del letto, la comunicazione tra gli operatori, il numero del personale, l’investimento finanziario – tutto ha un impatto sui pazienti e le famiglie che usufruiscono dei servizi ospedalieri.

La cura centrata sul paziente 

Il programma “Point of Care” ha scelto di usare la definizione di cura centrata sul paziente sviluppata dall’Institute of Medicine americano. La definizione si articola in sei dimensioni:

o      Compassione, empatia e la capacità di rispondere ai bisogni, valori e preferenze espresse; 

o     Co-ordinamento e integrazione;

o     Informazione, comunicazione e formazione;

o      Comfort fisico;

o      Sostegno emotivo, sollievo della paura e dell’ansia; 

o      Coinvolgimento della famiglia e degli amici. 

In dicembre 2008 il programma ha pubblicato la sua prima relazione, Seeing the Person in the Patient: The Point of Care review paper, che: 

o     esplora le discussioni e dilemmi attuali per quanto riguarda l’esperienza del paziente negli ospedali per acuzie in Inghilterra; 

o     esamina il linguaggio, i termini e concetti impiegati nella ricerca, nelle politiche e nella realtà quotidiana dell’ospedale per parlare dell’esperienza del paziente;

o     analizza alcuni dei fattori che influiscono sull’esperienza del paziente e mostra l’importanza dell’intero sistema di cura in ospedale, che a sua volta è influenzato dal contesto più ampio;

o     segnala tre iniziative importanti, nel Regno Unito e all’estero, che hanno il  potenziale di essere utilizzati su scala più ampia per migliorare l’esperienza dei pazienti ospedalizzati.

 

www.kingsfund.org.uk

MENU