Cure palliative: Gestione del malato

 

 

Il sostegno

 

Peter Kaye

 

 

 

 

 

La capacità di prendere decisioni può essere bloccata dalla sofferenza emotiva. Essa potrà durare pochi giorni se si tratta di una reazione di adeguamento ad una nuova situazione, oppure potrà rappresentare una reazione emotiva più profonda che risale ad esperienze infantili e richiedere un vero e proprio intervento di counselling.
 
Il sostegno è un modo di prendersi cura adatto al paziente che sta trovando difficoltà nel formulare decisioni. Richiede: calore umano, ottimismo, l'organizzazione di un aiuto pratico quando occorre, l'interpretazione di nuove informazioni, l'anticipazione di problemi per mezzo di piccole prove o "audizioni", la tolleranza di comportamenti anormali, la mediazione tra i diversi membri della famiglia e l'eventuale proposta di un periodo di riposo.
 
Il cambiamento di personalità sotto forma di una regressione all'infanzia è comune in quelli che soffrono di una malattia fisica. Di solito transitorio, in qualche caso esso può risultare permanente. Spesso la regressione si risolve dopo un periodo di riposo e di sostegno in cui i professionisti possono provocare gentilmente il paziente a ritornare allo stato di un ego adulto ed abbandonare uno stile di relazione interpersonale "genitore-figlio".
 
Il flow-chart illustra le fasi di un intervento di sostegno. Il bisogno di questo stile di intervento diminuisce gradualmente a mano a mano che il paziente si riadegua alla sua realtà e ritrova l'energia psichica per affrontare i suoi problemi.
  
  

Flow-chart sostegno

 

 

 

 

cc

Il sostegno

Cure palliative: Gestione del malato

 

 

Il sostegno

 

Peter Kaye

 

 

 

 

 

La capacità di prendere decisioni può essere bloccata dalla sofferenza emotiva. Essa potrà durare pochi giorni se si tratta di una reazione di adeguamento ad una nuova situazione, oppure potrà rappresentare una reazione emotiva più profonda che risale ad esperienze infantili e richiedere un vero e proprio intervento di counselling.
 
Il sostegno è un modo di prendersi cura adatto al paziente che sta trovando difficoltà nel formulare decisioni. Richiede: calore umano, ottimismo, l'organizzazione di un aiuto pratico quando occorre, l'interpretazione di nuove informazioni, l'anticipazione di problemi per mezzo di piccole prove o "audizioni", la tolleranza di comportamenti anormali, la mediazione tra i diversi membri della famiglia e l'eventuale proposta di un periodo di riposo.
 
Il cambiamento di personalità sotto forma di una regressione all'infanzia è comune in quelli che soffrono di una malattia fisica. Di solito transitorio, in qualche caso esso può risultare permanente. Spesso la regressione si risolve dopo un periodo di riposo e di sostegno in cui i professionisti possono provocare gentilmente il paziente a ritornare allo stato di un ego adulto ed abbandonare uno stile di relazione interpersonale "genitore-figlio".
 
Il flow-chart illustra le fasi di un intervento di sostegno. Il bisogno di questo stile di intervento diminuisce gradualmente a mano a mano che il paziente si riadegua alla sua realtà e ritrova l'energia psichica per affrontare i suoi problemi.
  
  

Flow-chart sostegno

 

 

 

 

cc